Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Idee
Cerca in Idee
 
Scusate il disagio
Giacomo Poretti
del trio Aldo, Giovanni e Giacomo
Rating
Com’è che certe cose succedono solo in Italia?
Tutta la comunità internazionale ci sta monitorando da tempo e un’agenzia di rating del Buon Senso dovrà esprimere il proprio giudizio sui comportamenti del nostro Paese. Ricordiamo che l’Agenzia si esprime con delle sigle dove l’ambitissima tripla A definisce un paese Assolutamente Autenticamente Aposto, giù giù fino alla famigerata tripla S: Sfaccimme Schifezza Sostanziale. Il nostro Paese in questo momento gode della sigla interlocutoria Boh.
Ma quello che preoccupa gli analisti del Buon Senso del Belpaese sono gli ultimi avvenimenti, che rischiano di far piombare la nazione verso il basso. Proviamo a ricordarli.
Si è scoperto che un console italiano in Giappone, tale Mario Vattani, milita in un gruppo di estrema destra e suona in una band che inneggia a Salò. L’esame per diventare console - si chiedono gli analisti - lo si fa cantando?
Il comandante di una nave lunga 300 metri decide di portare 4mila passeggeri a vedere la luna sugli scogli. Avrà mai guidato un pedalò questo marinaio?
Un parlamento intero, Camera e Senato, è completamente esautorato dalle sue funzioni e, per dichiarata e manifesta incapacità di legiferare, è commissariato da una ventina di risolutori di problemi, senza che da nessuno dei 945 eletti si sia levato un accenno di vergogna.
Ma la cosa che farà precipitare definitivamente il nostro rating sono i rumors attorno al possibile sostituto di Umberto Bossi alla guida della Lega nord: esponenti autorevoli vicini al Senatur danno per imminente l’insediamento alla segreteria del Trota. Il default del Buon Senso non è mai stato così vicino.

© FCSF – Popoli, 1 febbraio 2012