Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Idee
Cerca in Idee
 
Scusate il disagio
Giacomo Poretti
del trio Aldo, Giovanni e Giacomo
Siamo tutti allergici
Non ci sono più le stagioni di una volta: un tempo bimbi, fanciulle, cuori romantici, persino il più arido dei promotori finanziari, anelavano l’arrivo della primavera. Ora la si teme, perché insieme al fiorire dei prati e degli alberi, o forse proprio per quello, porta con sé anche allergie di ogni tipo. Gli unici a gioire dell’arrivo della primavera sono i produttori di fazzoletti, i quali fanno affari d’oro grazie ai nostri nasi gocciolanti.
Per una volta il problema non riguarda i Paesi più poveri del mondo, ma noi ricconi. Un recente studio dell’Università del Kansas ha evidenziato che le allergopatie sono più frequenti nelle nazioni più industrializzate, nelle classi sociali più elevate e nelle aeree urbane più densamente popolate. L’Italia non fa eccezione: altro che poeti, santi, navigatori; siamo un popolo di allergici e intolleranti. A tutto.
C’è chi è allergico agli acari, chi al pelo degli animali, chi ai pollini, chi ai tessuti quali il terital, il nylon e anche il taffetà; chi al latte di mucca, chi a quello di capra e chi a quello di yak; chi ai formaggi molli, chi a quelli stagionati; poi c’è l’intollerante al pomodoro ramato e quello al ciliegino, più rara invece è l’allergia al pomodoro perino; poi c’è chi è allergico alle fragole, chi ai kiwi e chi alle macedonie con il gelato, chi non tollera le verdure e chi il pesce crudo, chi non mangia la trippa e chi non digerisce la polenta taragna. C’è chi è allergico alla suocera e chi è intollerante al vicino, soprattutto se è di colore; chi è allergico agli arbitri, chi ai guardalinee, chi alla Juve e chi al Milan; c’è chi è allergico alle leggi e chi ai tribunali, molto meno ai condoni. Addirittura a causa del body piercing, stiamo sviluppando un preoccupante aumento di allergia ai metalli! Ci toccherà fare le auto di peluche? Ma poi, se scopriamo che dentro c’è l’acaro? Le faremo di panna montata! E se qualcuno è allergico ai latticini?
Dovremmo deciderci: o vanno a piedi quelli con il piercing o quelli con la rinite e la congiuntivite da acaro. So già come andrà a finire: a piedi ci andranno gli extracomunitari.

© FCSF – Popoli, maggio 2010
Aree tematiche
Aree geografiche