Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
Notizie trovate:693
Siria e rifugiati: le frontiere dell’ospitalità
Il 20 novembre il Jrs ha festeggiato a Roma il 34º anniversario della sua fondazione con un incontro dedicato al tema «Le frontiere dell’ospitalità». La crisi più grave su queste frontiere, oggi, è quella siriana.
Un mondo di muri, 25 anni dopo Berlino
Il 9 novembre del 1989 cadeva il muro più famoso del Novecento. Ma le speranze di un mondo senza divisioni sono state ampiamente deluse: nell'inchiesta che esce nel numero di novembre la testimonianza di un grande inviato, tre reportage dal campo, una riflessione biblica e una mappa di tutte le barriere oggi presenti nel mondo. Qui anticipiamo il pezzo di Antonio Ferrari e la riflessione del gesuita Giuseppe Trotta.

Ebola, molto più che un’epidemia
Conosciuto da quarant’anni, il virus continua ad alimentare focolai che mietono migliaia di vittime. A partire da febbraio, una nuova grande epidemia è scoppiata in Guinea, Sierra Leone e Liberia e, oltre a cogliere di sorpresa i sistemi sanitari, ha anche modificato le abitudini sociali e messo in crisi le economie locali. Le testimonianze dal campo raccolte da Popoli e pubblicate sul numero di novembre.

Violenze sessuali in Africa, una battaglia culturale
L’assegnazione del Premio Sacharov a un medico congolese che da anni cura le donne vittime di abusi ha portato alla ribalta il problema degli stupri. Popoli ne ha parlato con Valeria Pecchioni, un’operatrice del Ccm, una Ong che lavora in Burundi a un progetto che si occupa proprio della lotta alla violenza sessuale.

Cambogia, caccia agli zirconi
Nelle regioni del Nord-Est centinaia di uomini, donne e bambini per sopravvivere scavano ogni giorno nella terra  estraendo pietre preziose. Un lavoro rischioso che si intreccia con interessi internazionali per lo sfruttamento delle risorse minerarie.

25 anni fa l’eccidio dei gesuiti in El Salvador
Sei religiosi, una domestica e sua figlia vennero barbaramente uccisi dagli squadroni della morte. Pagarono con la vita le loro continue denunce delle ingiustizie perpetrate ai danni della popolazione da un regime violento e corrotto.

Grazie padre Paolo
Intercedere, ovvero «mettersi in mezzo», è ciò che padre Paolo Dall’Oglio ha fatto nella sua vita. A lui va il nostro grazie, anche per la fedeltà con cui ha accompagnato il cammino di Popoli, che ora volge al termine
Addio a Mare Nostrum, vince l'indifferenza
Con l’operazione Mare Nostrum, varata dal governo Letta dopo la tragedia dell’ottobre 2013 a Lampedusa, il nostro Paese aveva dato un segnale di impegno umanitario senza precedenti. Ora è cambiato il clima politico e l'operazione volge al termine. Ma se i richiedenti asilo non partiranno via mare, non vivranno per questo più sicuri: saranno piuttosto alla mercé dei loro persecutori, ma lontano dai nostri occhi. Il commento del nostro opinionista Maurizio Ambrosini (foto R. Vinci)
Il Gruppo Vescovini scrive a Popoli: "Noi mai coinvolti nel land grabbing"
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Vescovini Group, azienda di Monfalcone, in cui si rettificano alcune informazioni contenute nell'articolo Land grabbing all'italiana, pubblicato nel numero di agosto-settembre 2014.

Malala e Kailash, Nobel della Pace ai difensori dei piccoli
I bambini devono andare a scuola e non essere sfruttati. Con l’istruzione impareranno anche il rispetto e la convivenza: è il messaggio al mondo di un indiano e di una pakistana, Premi Nobel per la Pace 2014.
<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ... | > >> Pagina 1 di 70
© Popoli. Tutti i diritti riservati
powered by EasyNETcms