Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
Notizie trovate:662
"Eravamo in 3, ora eccoci in 164": nel monastero iracheno rifugio dei cristiani
Nel Kurdistan iracheno che fronteggia l’avanzata degli jihadisti dello Stato islamico, il piccolo monastero di Sulaymaniyya, fondato da Paolo Dall’Oglio, apre le porte a un gran numero di rifugiati cristiani. Sébastien Duhaut, monaco della comunità, racconta a Popoli la situazione di questi giorni.
Darjeeling: morire di fame tra le colline del tè
Un gruppo di gesuiti del Bengala si sta impegnando nel soccorso ai più poveri tra gli oltre duemila raccoglitori di tè rimasti in condizioni di estrema miseria dopo la chiusura di alcune piantagioni. Il responsabile di un Centro sociale nel Darjeeling descrive la situazione. 
Il ritorno dei gesuiti: 200 anni fa la "ricostituzione"
Il 13 agosto 1773 papa Clemente XIV decretò lo scioglimento della Compagnia di Gesù raccogliendo i pressanti inviti delle monarchie borboniche. Ma l’Ordine sopravvisse in alcuni Regni e il 30 luglio 1814 Pio VII lo ricostituì riconoscendo la validità dell’ideale di Ignazio. La soppressione e la ricostituzione nel racconto di Guglielmo Pireddu, storico e gesuita.

Meriam o Isaias? Coerenza cercasi
Oggi è un giorno di festa per chi ha a cuore i diritti umani e la libertà, in particolare la libertà religiosa: Meriam Yehya Ibrahim, la giovane cristiana che in Sudan rischiava di essere condannata a morte per apostasia, è riuscita a lasciare il suo Paese, anche grazie all'azione del governo italiano. Ma questa vicenda rende però ancora più stridenti altre recenti mosse del governo italiano in politica estera. Del tema si occupa l'editoriale in uscita sul numero di agosto-settembre di Popoli, che anticipiamo di seguito.

"Non ci sono più cristiani a Mosul"
Uccisi, depredati o, nel migliore dei casi, cacciati da una città che abitavano da (almeno) 1.400 anni: è il destino dei cristiani di Mosul, la seconda città dell'Iraq, travolta dall'offensiva dei terroristi dell'Isis (Stato islamico dell'Iraq e del Levante). Una situazione che ha spinto i vescovi a lanciare l'ennesimo grido di allarme al governo di Baghdad e alla comunità internazionale. (Nella foto la lettera araba equivalente alla N di Nazareni, con cui i terroristi sunniti hanno segnato le case dei cristiani di Mosul)

Cooperazione internazionale, più spazio agli enti profit
Giovedì 17 luglio, la Camera dei deputati ha licenziato la nuova legge che, oltre ai tradizionali attori, si rivolge anche a imprese private. Nelle prossime settimane il testo tornerà al Senato che non dovrebbe apportare modifiche. La nuova normativa dovrebbe quindi entrare in vigore entro la fine dell’estate. Popoli ne ha parlato con Lia Quartapelle, deputato, relatrice della legge alla Camera.


Migrazioni Usa, cosa c'è dietro al boom di minori centroamericani
Mentre in Italia e in Europa si discute sulle politiche più efficaci per gestire gli sbarchi di migranti, problemi e dinamiche simili si registrano negli Stati Uniti, alle prese con un'impennata di arrivi dall'America Centrale. Con una particolarità: moltissimi tra loro sono minori non accompagnati. 

Quel che resta
di un pellegrinaggio
Terminato il breve ma intenso viaggio apostolico di Papa Francesco in Terrasanta, abbiamo chiesto ad alcuni osservatori privilegiati di raccontarci ciò che li ha più colpiti. Ecco le loro risposte.

Somalia, a scuola di terrorismo
Dopo aver ricevuto un indottrinamento militare e religioso, i ragazzi vanno a combattere gli «infedeli» anche nel resto dell’Africa. Ma come si trasformano in terroristi islamici? Dove vengono arruolati? E da chi? Nel suo reportage pubblicato sul numero di maggio di Popoli, Angelo Calianno racconta come avviene l'«arruolamento» al confine con Puntland e Somaliland.

Boko Haram, il braccio nigeriano di al Qaeda
Grazie a complicità di politici locali e all’appoggio del terrorismo internazionale, l’organizzazione fondamentalista, che ha rivendicato il rapimento di 276 ragazze il 14 aprile, negli ultimi dieci anni è cresciuta e ora è diventata una minaccia per il governo centrale di Abuja.

<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ... | > >> Pagina 1 di 67
© Popoli. Tutti i diritti riservati
powered by EasyNETcms