Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
«Astalli»: perché trasferire i rifugiati a Sigonella?
11 marzo 2011
Il Centro Astalli di Roma (sede italiana del Jesuit refugee service) ha preso una dura posizione contro il progetto del ministero degli Interni di concentrare duemila richiedenti asilo, oggi residenti nei Cara, nell’ex villaggio della base Usa di Sigonella (Ct).

«Mi domando - si chiede Giovanni La Manna, gesuita, direttore del Centro Astalli - che senso abbia spostare persone vulnerabili interrompendo in modo traumatico un difficile percorso di recupero». E aggiunge: «Si tratta di persone che hanno cicatrici non solo fisiche e che sono oggi seguiti da psicologi e psichiatri di primo livello, con una terapia personalizzata basata sulla fiducia e sulla continuità che si instaura fra i soggetti coinvolti: che ne sarà di questi progetti se queste persone saranno sradicate dal contesto in cui vivono attualmente?».
Leggi il comunicato del Centro Astalli.
Scarica l'allegato pdf (3441kB)
© FCSF – Popoli