Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
I discorsi del papa? Leggiamoli con la musica
13 dicembre 2011
«Chi può dire di conoscere in modo approfondito i discorsi e i documenti del papa? Molto spesso i resoconti giornalistici ne riportano stralci estrapolandoli dal contesto e, di fatto, snaturandoli. Così chi è interessato a conoscerli, ma anche chi vuole criticarli, non riesce ad avere gli elementi per ragionare. Per questo ho deciso di lanciare le lettura integrale e a più voci dei testi del pontefice, accompagnata da musiche». A parlare è Giovanni Guzzi, l’ideatore di «Dialoghi di pace», un’iniziativa che ha lanciato per la prima volta alla fine del 2007.

L’idea nasce da lontano. Guzzi, un appassionato cultore delle tematiche legate al dialogo interreligioso, già nel 2006 aveva organizzato un ciclo di conferenze per interrogarsi su quale contributo offrissero le religioni alla pace. «Questi incontri - ricorda - hanno avuto numerosi partecipanti e sono stati utili per ricostruire il contributo delle fedi alla pace, in una fase in cui le religioni erano viste solo come fonte di violenza e scontro. Il 12 ottobre 2006 il papa pronuncia il famoso discorso di Ratisbona, scatenando le proteste furibonde dei musulmani. Mi rendo conto che i musulmani avevano letto solo alcune frasi senza comprendere il senso profondo del testo». Così decide di cercare di colmare questa lacuna con i pochi mezzi a sua disposizione. Nel gennaio 2007 organizza una lettura del Messaggio del papa per la Giornata mondiale della pace. «L’ho organizzata nella parrocchia Regina Pacis di Cusano milanino, in provincia di Milano – spiega -. È la mia parrocchia e nella diocesi di Milano riveste un ruolo particolare. Quando venne edificata tra le due guerre fu intitolata alla Regina Pacis e l’allora cardinal Ferrari volle che diventasse il tempio votivo diocesano per la pace». Di anno in anno, l’iniziativa si ripete.
Nel 2010 l’appuntamento, fino ad allora singolo, quadruplica. Oltre che a Cusano, i testi vengono letti a Fano (Pu), Vimercate (Mb), e a Milano. «Solo a gennaio e febbraio - conclude Guzzi - abbiamo organizzato già quattro eventi. Ma speriamo che, nel corso dei mesi, il loro numero aumenti. Mi piacerebbe che molte parrocchie raccolgano questa iniziativa e la facciano propria. È un’iniziativa semplice da organizzare e non è necessario ci sia sempre l’accompagnamento musicale. Nonostante questo ha un grande valore sia per i credenti (la lettura è accompagnata da momenti di preghiera) sia per i non credenti, che vi trovano spunti di riflessione».

Il programma 2011
Giovedì 20 gennaio, Novate Milanese (Mi), Chiesa SS. Protaso e Gervaso, piazza della Chiesa, con musica per violino e organo. Info sindaco@comune.novate-milanese.mi.it, 02.35473207.
Sabato 22 gennaio, Cusano Milanino (Mi), Chiesa Regina Pacis, viale Buffoli, con la partecipazione del coro Sine Nomine. Info webmaster@parrocchiamilanino.it, 02.66401390).
Sabato 5 febbraio, Agrate Brianza (Mb), Chiesa di Sant'Eusebio, piazza S. Eusebio 1, nell’ambito della Marcia della Pace 2011 del Decanato di Vimercate, con musica per organo e strumenti diversi. Info ollino@libero.it, 333.4741865.
Sabato 12 febbraio, Fano (Pu), Chiesa di Santa Maria del Suffragio, nell'ambito della Scuola di Pace 2011, con la partecipazione del coro Jubilate Deo. Info luciano.benini@tin.it, 335.7057132.

© FCSF – Popoli
Tags
Aree tematiche
Aree geografiche