Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
Italiani in Tunisia, una storia secolare
21 settembre 2011
La comunità italiana in Tunisia è molto antica. I primi italiani ad arrivare sulle coste tunisine furono i genovesi che nel XVI secolo occuparono l’isola di Tabarca. Sempre nel XVI secolo arrivò a Tunisi una comunità di ebrei livornesi, che diede vita a scambi commerciali fra Nord Africa, Francia e Italia. Ma è verso la metà del XIX secolo che la comunità italiana si ingrandisce. Ad arrivare in Tunisia sono soprattutto siciliani che emigrano per cercare fortuna in Africa. Solo con l’arrivo dei francesi, che nel 1881 instaurano un protettorato sulla Tunisia, l’afflusso di italiani rallenta. Anche perché Parigi non vede bene la presenza di una forte comunità italiana, possibile testa di ponte per le aspirazioni di Roma sulla Tunisia. Nonostante questa battuta d’arresto, secondo il censimento francese nel 1926 erano presenti in Tunisia 173mila stranieri, dei quali 89mila italiani (quasi il 10% della popolazione), 71mila francesi e ottomila maltesi.

Mussolini aiuta in modo massiccio la comunità italiana finanziando scuole, ospedali, organizzazioni assistenziali. E molti italo-tunisini rispondono aderendo con entusiasmo al fascismo. Con la sconfitta dell’Asse nel 1943 inizia però il declino. De Gaulle fa chiudere scuole, centri culturali e giornali italiani. Con l’avvento dell’indipendenza, molti italo-tunisini si trasferiscono in Italia, altri in Francia, dove vengono assimilati ai francesi fuggiti dall’Algeria. Attualmente la comunità italiana conta circa tremila persone, delle quali però soltanto 900 sono discendenti degli immigrati italiani arrivati nel XIX secolo.

Alcuni esponenti della comunità italo-tunisina sono diventati molto famosi in Italia e all’estero. La più celebre è certamente l’attrice Claudia Cardinale, figlia di immigrati siciliani, e protagonista di alcuni film che sono entrati nella storia del cinema. Italo-tunisini sono anche l’attrice Sandra Milo, il tennista Nicola Pietrangeli e Maurizio Valenzi, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983.
e.c.
© FCSF – Popoli