Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
La memoria di Romero unisce Onu e Chiesa
21 marzo 2011

Giovedì 24 marzo si celebra la prima Giornata mondiale per il diritto alla verità riguardo alle gravi violazioni dei diritti umani e per la dignità delle vittime. La Giornata, istituita dall’Onu, è dedicata alla memoria di Oscar Romero.

Scopo dell’evento è promuovere l’importanza del diritto a verità e giustizia e rendere omaggio a chi ha offerto la propria vita in difesa dei diritti umani, riconoscendo in particolare il valore dell’opera dell’arcivescovo salvadoregno assassinato il 24 marzo di 31 anni fa mentre celebrava messa. Un omaggio a «una figura universale di fede» che proprio in queste ore è stato reso anche dal presidente Obama, soffermatosi in preghiera sulla tomba di Romero, in occasione del suo viaggio in Centroamerica.
La richiesta per l’istituzione di questa ricorrenza fu avanzata l’anno scorso dal presidente di El Salvador, Mauricio Funes, che per la prima volta riconobbe le responsabilità del governo nell’omicidio.

A Roma, dove già da 28 anni è stato fondato su iniziativa di monsignor Di Liegro un Comitato Oscar Romero, è stata organizzata una serie di eventi dal 17 al 25 marzo, tra cui la proiezione del film Romero, un torneo di calcio per ragazzi italiani e latinoamericani e una serie di conferenze.

A Milano, il 24 marzo il consolato di El Salvador ospiterà a partire dalle ore 18 una conferenza sull’arcivescovo assassinato: relatori don Alberto Vitali (delegato di Pax Christi per El Salvador) e Massimo De Giuseppe (storico dell’università Iulm di Milano), moderatore Stefano Femminis (direttore di Popoli).

La Giornata Onu si integra idealmente con un’iniziativa parallela portata avanti da diversi anni nel mondo cattolico, sempre il 24 marzo, ovvero la Giornata in memoria dei missionari martiri: un appuntamento in cui il Vaticano invita i fedeli a un giorno di digiuno e preghiera in ricordo degli operatori pastorali uccisi nell’adempimento dell’opera missionaria (25 solo nel corso del 2010).

Michele Ambrosini

© FCSF – Popoli