Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
Le vittime
6 novembre 2012
Le scosse di terremoto hanno provocato la morte di 27 persone nelle province di Modena e Ferrara. Di queste, 17 erano sul luogo di lavoro: operai, titolari di piccole imprese, un ingegnere impegnato nella verifica dei danni. Nel crollo delle fabbriche in cui lavoravano sono morti anche tre cittadini immigrati: a San Felice (Modena) il 26enne Kumar Pawan, indiano, e il marocchino Mohammed Azaarg, 46 anni, tra i responsabili del centro islamico della cittadina, e a Stellata di Bondeno (Ferrara) il marocchino Tarik Naouk.

La quarta vittima di origine straniera è stata un uomo cinese, Hou Houngli, morto nel crollo della casa, a Mirandola.
Nella provincia di Modena, la più colpita dal sisma, al 1° ottobre 2011 risiedevano oltre 93 mila cittadini stranieri, il 13,2% della popolazione, con punte, nella zona nord, di oltre il 17% (nei comuni di Novi di Modena e Camposanto). I bambini con almeno un genitore straniero, nel 2010, rappresentavano il 32,8% dei nuovi nati di tutta la provincia.



© FCSF – Popoli