Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Primo piano
Cerca in Primo Piano
 
Pranzo di Natale, se Mohammed invita il sciur Brambilla
27 gennaio 2012
Se fino a qualche anno fa erano gli italiani ad aiutare gli immigrati, oggi può anche capitare il contrario. È avvenuto a Milano a Natale. Dal 1996, l’Osservatorio di Milano, un’organizzazione che si occupa dei problemi della povertà e dell’integrazione sociale, organizza «Aggiungi un posto a tavola», un’iniziativa in cui le famiglie ospitano persone in difficoltà, italiane e straniere, per il pranzo natalizio.

In 17 anni sono state ospitate 3.800 persone in 3.150 famiglie. Nel 1996 erano soprattutto le famiglie italiane, quasi sempre di modeste condizioni economiche, a ospitare italiani e stranieri bisognosi. Oggi sono sempre più numerose le famiglie straniere. A Natale 2011 su 80 famiglie ospitanti, 25 erano straniere (nordafricani, albanesi, rumeni). «Sono immigrati - osserva Massimo Todisco, direttore dell’Osservatorio - che hanno raggiunto la stabilità lavorativa e abitativa e vogliono ricambiare la solidarietà che hanno ricevuto quando sono arrivati. A volte i loro ospiti sono italiani, cassaintegrati e licenziati. E spesso nascono anche amicizie che durano nel tempo. Mi fa piacere constatare la disponibilità degli stranieri, ma mi chiedo: che fine ha fatto la solidarietà degli italiani? Siamo ancora capaci di aiutare il prossimo?».


© FCSF – Popoli
Tags
Aree tematiche
Aree geografiche