Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
cultura popolare
Record trovati: 14
I mondi nella borsetta
Gli oggetti che una donna porta con sé sono specchio della sua quotidianità e del suo privato. Ma anche un piccolo racconto universale. Pubblichiamo alcune delle immagini uscite nel numero di ottobre di Popoli, tratte da una ricerca fotografica di Roberto Brancolini e accompagnate da un testo della scrittrice italo-indiana Laila Wadia.

Data: 
16 ottobre 2012
Tag: 
L'ESPERTO/ Potenzialità e sfide aperte
Data: 
2 maggio 2012
Tag: 
BOLOGNA/ Una lingua da masticare
Data: 
2 maggio 2012
Tag: 
ROMA/ L'integrazione non è un timbro
Data: 
2 maggio 2012
Tag: 
MILANO/ Dai banchi alla solidarietà
Data: 
2 maggio 2012
Tag: 
PALERMO/ Una scuola per conoscersi
Data: 
2 maggio 2012
Tag: 
Tra eroi di carta e dolori veri
1862: Salgari nasce a Verona. Intraprende gli studi nautici, ma non li conclude.
1883: esce a puntate sul quotidiano La Nuova Arena di Verona, «La tigre della Malesia», le prime avventure della saga di Sandokan.
1887: viene pubblicato il suo primo libro La favorita del Mahdi. Comincia così la sua impressionante produzione romanzesca fatta di 80 opere.
1892: sposa Ida Peruzzi, che sarà continuamente affetta da disturbi di salute mentale, e si trasferisce con la famiglia a Torino. Salgari stesso dovrà affrontare continui problemi di salute e presto anche notevoli ristrettezze economiche.
1910: lo stato di malattia della moglie si aggrava e Salgari tenta una prima volta il suicidio.
1911: successivamente al ricovero della moglie in manicomio si toglie la vita.

Tag: 
Salgari, dopo cent’anni la tigre ruggisce ancora
Il 25 aprile 1911 moriva in modo tragico lo scrittore veronese. Qual è stato il suo contributo all’apertura verso mondi «lontani dall’immaginario collettivo»? Ne abbiamo parlato con uno dei suoi biografi, un geografo e un antropologo.

Data: 
14 aprile 2011
Tag: 
Tejidos de historia y vida: valorar la tradición indígena
Angélica Rojas Cortés

Quali difficoltà presenta, nella società messicana contemporanea, il parlare di tradizione e tradizionalismo in relazione alle culture indigene? Il discorso sembra comunemente svilupparsi attorno a due posizioni antitetiche: da un lato un'idealizzazione della tradizione, percepita come portatrice di valori identitari da proteggere e conservare; dall'altro una sua visione negativa, che la descrive come anacronistico residuo di una cultura superata, di ostacolo alla modernità. Ma tradizione e modernità sono in contrapposizione tra loro solo all'interno di una visione statica delle tradizioni. Mirada (Messico), vol. 8, n. 31, enero-marzo 2010, pp. 12-19.
Tag: 
Dilemma samburu
L’abbandono della pastorizia e il contatto sempre più frequente con la vita delle città stanno trasformando questa etnia nomade in una popolazione sedentaria, mettendo in discussione tradizioni consolidate. Ecco i loro entusiasmi e le loro inquietudini
Fascicolo: 
giu-lug 2009
Tag: 
<< < | ... | 1 | 2 | ... | > >> Pagina 1 di 2
© Popoli. Tutti i diritti riservati
powered by EasyNETcms