Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
somalia
Record trovati: 42
Somalia, a scuola di terrorismo
Dopo aver ricevuto un indottrinamento militare e religioso, i ragazzi vanno a combattere gli «infedeli» anche nel resto dell’Africa. Ma come si trasformano in terroristi islamici? Dove vengono arruolati? E da chi? Nel suo reportage pubblicato sul numero di maggio di Popoli, Angelo Calianno racconta come avviene l'«arruolamento» al confine con Puntland e Somaliland.

Data: 
13/05/2014
Tag: 
Mogherini: "L'Italia riaprirà l’ambasciata a Mogadiscio"
Il 28 aprile alcune personalità del mondo politico e culturale italiano avevano lanciato un appello al ministro degli Esteri affinché si riaprisse una sede diplomatica nella capitale somala. Nonostante le difficoltà logistiche e politiche, la legazione permetterebbe infatti di meglio coordinare e valorizzare gli sforzi dell’Italia nelle relazioni con la Somalia. E oggi, 30 aprile, il titolare della Farnesina ha anunciato alla Commissione esteri della Camera che a breve l'ambasciata verrà riaperta.
Data: 
29/04/2014
Tag: 
Vogliono andare in Europa,
li portano in Vietnam
Un gruppo di migranti eritrei in Israele è stato ingannato da trafficanti che li hanno portati nel Sud-Est asiatico. «La paura di essere riportati in patria - spiega Alganesch Fessaha, dell’Ong Gandhi - li ha portati a fidarsi di persone senza scrupoli. La responsabilità è della nuova legge sull’immigrazione israeliana che prevede il rimpatrio dopo un anno di carcerazione».

Nella foto, immigrati eritrei dimostrano contro le politiche migratorie di Israele
Data: 
16 aprile 2014
Tag: 
Alpi e Hrowatin vent'anni dopo, giornalisti contro
Il 20 marzo 1994 venivano uccisi in Somalia due giornalisti della Rai. Massimo Alberizzi, allora inviato del Corriere della Sera in Somalia, non crede alla teoria del complotto e dell’omicidio su commissione perché i due reporter avevano scoperto traffici illegali. Luciano Scalettari, inviato di Famiglia Cristiana, ribatte: ci sono numerosi indizi sul coinvolgimento delle nostre istituzioni in affari illeciti.
Data: 
20/3/2014
Tag: 
"La Somalia ha un futuro, non morirà"
Hawa Abdi è stata la prima ginecologa del suo Paese. Allo scoppio della guerra si è spesa per aiutare e proteggere chi fuggiva dalle violenze. In occasione della festa internazionale della donna, Popoli l’ha inserita in una lista di dieci donne che lavorano nel Sud del mondo per costruire una società più giusta. In questa intervista parla delle sue speranze per una Somalia stabile e in pace.

Data: 
5/3/2014
Tag: 
Hawa e le altre
Alcune sono famose, altre per nulla: tutte lavorano nel Sud del mondo per costruire una società più giusta. Ritratti di dieci donne speciali scelte da Popoli. Con i commenti di tre scrittrici immigrate in Italia e un’infografica
Fascicolo: 
marzo 2014
Tag: 
Africa: nuovo anno, vecchie guerre
L’anno si è aperto con l’aggravarsi della crisi in Sud Sudan e in Centrafrica. Due conflitti che rischiano di protrarsi nel tempo sommandosi a quelli già in atto in Somalia (dove si combatte da più di 20 anni), in Libia e nel Mali.

Data: 
3/1/2014
Tag: 
Al-Shabaab esporta la guerra in Kenya
Le milizia integraliste hanno condotto un sanguinoso attacco in un centro commerciale di Nairobi come vendetta per l’intervento dell’esercito keniano in Somalia. Affiliati ad al-Qaeda, i fondamentalisti controllano ampie zone del territorio rendendo difficile (se non impossibile) una stabilizzazione del Paese. Con complicità insospettabili di chi dovrebbe difendere la pace.

Data: 
23 settembre 2013
Tag: 
Somalia, la guerra continua
Nonostante da più parti si parli di un processo di pacificazione in atto, nel Paese del Corno d’Africa permane l’instabilità. Le milizie fondamentaliste controllano ancora gran parte del territorio, la comunità internazionale è divisa. E la regione meridionale dell’Oltregiuba potrebbe diventare autonoma da Mogadiscio.

Data: 
4 giugno 2013
Tag: 
Somalia : Nuove frequenze
Il rinnovamento delle istituzioni e la tradizionale cultura orale somala hanno favorito la nascita di decine di emittenti radiofoniche. Un segno di vitalità, macchiato però da ambizioni personali dei politici e da pericoli costanti per i giornalisti
Fascicolo: 
giugno-luglio 2013
Tag: 
<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | ... | > >> Pagina 1 di 5
© Popoli. Tutti i diritti riservati
powered by EasyNETcms