Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Arte e cultura - Disegno e pittura
Record trovati: 7
2014. Le lettere di Hilda Dajč
Data: 
2014
Tag: 
Giuseppe Castiglione: pittore imperiale, umile servo
Lang Shining, celebre pittore del Settecento alla corte imperiale di Pechino, era, in realtà, il gesuita milanese Giuseppe Castiglione, che interpretò con l’arte un modo di fare missione e di accordare le culture
Fascicolo: 
novembre 2012
Il barocco visto dagli incas
Come decorare le chiese costruite nel Nuovo mondo all’indomani della colonizzazione rispettando la cultura locale? La risposta artisticamente più valida venne dal cosiddetto Barocco andino. Una tradizione - fatta conoscere in Italia da alcune mostre - che oggi sopravvive grazie a una scuola d’arte in Perú
Fascicolo: 
dicembre 2010
Tag: 
Arte e missione: La volta di Sant'Ignazio
La chiesa di Sant'Ignazio a Roma racchiude uno degli esempi più celebri dell'arte barocca europea: la volta dipinta dal gesuita Andre Pozzo, che descrive in chiave allegorica la missione della Compagnia di Gesù. Nell'inserto speciale un'introduzione artistico-spirituale, un commento sul senso della "missione" ed un'immagine della straordinaria volta.
Fascicolo: 
novembre-dicembre 2006
Tag: 
Muralismo: memoria e liberazione
Primo strumento grafico di comunicazione di cui l'uomo si è dotato, la pittura murale si è caricata nel corso della storia di sempre più esplicite connotazioni socio-politiche, grazie alla sua capacità di esprimere in modo semplice una concezione del mondo e dell'uomo. Nel Novecento in America Latina, in particolare in Messico e in Nicaragua, il muralismo ha assunto un ruolo centrale nelle lotte popolari di liberazione, trovando accoglienza ed espressione anche in ambito sacro.
Fascicolo: 
dicembre 2005
Tag: 
Nell'arte un percorso di meditazione
Arte antica e arte contemporanea si confrontano in due opere che i gesuiti hanno presentato al pubblico in ottobre presso la Galleria d'Arte San Fedele, a Milano, prima tappa di un percorso espositivo. Lo scultore Pietro Coletta, molto vicino alla spiritualità induista, si è confrontato con uno splendido dipinto attribuito al pittore lombardo Gerolamo Romani, detto il Romanino (1484-1560), esposto per la prima volta dopo un complesso restauro che ne determina una nuova lettura. Esempio di dialogo interreligioso affidato all'arte?
Fascicolo: 
dicembre 2004
Tag: 
Rivive in esilio la pittura tibetana
Rifugiato in India, un uomo vive come una missione il proprio lavoro di artista che fa rivivere la pittura sacra del Tibet. Il suo esilio è una scelta di libertà al servizio di una cultura minacciata.
Fascicolo: 
febbraio 2004
Tag: