Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Idee
Cerca in Idee
 
Notizie trovate:499
Lo zoo di Milano
Ebbene sì, sono fiero di esser milanese. A fine giugno un cinghiale è venuto a fare il bagno nel Naviglio: non essendo propriamente la sua specialità il nuoto e in particolare lo stile a rana, purtroppo ci ha lasciato le penne.
Scusate il disagio di Giacomo Poretti
Miele, tra mito e storia
Secondo la mitologia greca, toccò ad Aristeo, figlio di Apollo e della ninfa Cirene, il compito di insegnare agli uomini l’arte dell’apicoltura. Ma, prima ancora, i raccoglitori del Neolitico già possedevano tecniche per rendere inoffensive le api selvatiche, che nidificavano negli anfratti delle rocce o sugli alberi, e impossessarsi del prezioso alimento, come documentano le pitture rupestri della Cueva de la Araña, in Spagna, o quelle dell’Africa australe. Tecniche ancora oggi utilizzate dagli arditissimi raccoglitori nepalesi che si inerpicano sulle rocce ad altezze vertiginose con scale di corda e cesti di vimini.
Sapori&Saperi di Anna Casella
W la coscienza!
F. è iracheno di famiglia sciita. Emigrò in Europa per sfuggire a Saddam. Ormai in pensione, si occupa con la moglie olandese di progetti umanitari e fa su e giù con Baghdad. Vive in coscienza una profonda spiritualità sganciata dalla religione. Da giovane doveva essere comunista.
La sete di Ismaele di Paolo Dall'Oglio
Fuul medames
Il cimitero Al Qarafa, al Cairo, conosciuto come «la città dei morti», ospita tra le tombe migliaia di famiglie che vi hanno trovato casa. Il venerdì, durante la visita rituale, i parenti del defunto e gli abitanti condividono il pranzo funebre, consumato nel cortile, sotto la tenda delle condoglianze (kheima) o sulla sepoltura.
Sapori&Saperi di Anna Casella
Terremoti
Sono passati circa trent’anni da quando molti terremotati dell’Irpinia trovarono nuove abitazioni fuori dei loro paesi disastrati proprio nel quartiere di Scampia.
Missione Scampia di Fabrizio Valletti
L’ultimo metrò
Ho fatto un brutto sogno: non avevo sentito la sveglia e dovevo recarmi in un luogo per fare una cosa importantissima, ma non ricordavo cosa. Corsi giù nella metropolitana, mi sarei ricordato strada facendo.
Scusate il disagio di Giacomo Poretti
Plonto soccolso
Ricevo una lettera anonima che vi trasmetto.
«Io essele Pilippino che lavolale da signoli molto licchi, ma molto licchi. Chissà come fale a fale tanti soldi e non fale niente tutto giolno: tutto giolno spolcale e cambiale vestiti, e io pulile e lavale come somalo (non come uomo di colole che vende bolse finte, ma come animale con olecchie lunghe che sembla cavallo: somalo appunto!).
Scusate il disagio di Giacomo Poretti
Viva la mamma
Ci sono espressioni popolari che dicono molto. Un esempio: «...mangia la zuppa, a mamma». Una cascata di affetto materno, che proprio nel mese di maggio ci richiama al ruolo della maternità nella storia della salvezza e nella società.
Missione Scampia di Fabrizio Valletti
Povertà: condizione per essere agnelli
Non portate borsa, né bisaccia, né sandali e nessuno salutate per via (Luca 10,4). Il ricco non è agnello: è lupo, lui o suo padre. La brama di ricchezza è idolatria, origine di ogni male (Ef 5,5; 2Tm 6,10), di divisioni e lotte, ingiustizie e guerre. Chi fa del denaro il suo dio, gli immola la vita propria e altrui. Per vincere il lupo, il discepolo deve imparare la povertà. Essa costringe a servire in umiltà, come l'Agnello. Dio è povero: non possiede nulla, neanche se stesso.
L'ultima Parola di Silvano Fausti
La civiltà dell’igname
Gli alimenti, scriveva Lévi-Strauss, sono, prima di tutto, «buoni da pensare». Nei miti che raccontano la genesi dell’ordine culturale, infatti, la scoperta e la cottura di alimenti come l’igname e il taro, rubati agli dei (secondo i tikopia della Melanesia) o indicati da una stella (secondo gli apinayé e i kraho del Sudamerica), descrivono il percorso razionale mediante il quale l’uomo emerge dalla totalità indistinta delle origini. Sono gli alimenti a dare sostanza a quel pensiero che gli permette di prendere le distanze dalle divinità, come nel mito degli indigeni nordamericani oijbwa sul totemismo, e di fondare il proprio ordine sociale, come nel mito tikopia che narra l’origine dei clan.
Sapori&Saperi di Anna Casella
<< < | ... | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | ... | > >> Pagina 47 di 50