Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Idee
Cerca in Idee
 
Notizie trovate:499
Maledetta Terra Santa
Papa Benedetto XVI viene in Terra Santa a maggio. Quando venne Giovanni Paolo II tutti stavano con il fiato sospeso sperando in chissà quale miracolo. Era il giubileo del 2000. Poi scoppiò la seconda intifada, poi venne l’11 settembre, poi cominciò la guerra mondiale contro il terrorismo… e infine Gaza. Pochissime sono oggi le illusioni politiche, con le parti contrapposte bloccate su posizioni radicali e le colonie in Cisgiordania in rigoglioso sviluppo!
La sete di Ismaele di Paolo Dall'Oglio
Angeli della sicurezza
Com’è rassicurante camminare per strada e incontrare tre individui con una giacca catarifrangente color limone transgenico: le ronde, finalmente! L’altra sera ne ho incontrata una con cane lupo, anch’esso con cappottino catarifrangente.
Scusate il disagio di Giacomo Poretti
Un’assurda complicità
È in atto una sotterranea lotta fra i due gruppi di potere criminale che continuano imperterriti a controllare il territorio per lo spaccio della droga e per l’investimento lucroso del denaro sporco.
Missione Scampia di Fabrizio Valletti
Lezioni di tè
Il Cha-no-yu o Cha-do («via del tè», cerimonia del tè) è un compendio di filosofia, religione, galateo. Si compone di tre momenti: il pasto (kaiseki), il koicha, durante il quale si serve tè forte, l’usucha, durante il quale si serve tè leggero. La cerimonia si svolge nel giardino e nella casa da tè (sukiya). Questa «dimora del vuoto» è luogo di riposo, quindi non finita, secondo la norma buddhista del divenire. Essa, a ricordare come lo spazio non esista per l’illuminato, deve misurare quattro tatami e mezzo, in riferimento al passo delle scritture che narra di come un santo riuscisse ad accogliervi ottantaquattromila discepoli.
Sapori&Saperi di Anna Casella
Moschee italiane
Fuori è Firenze: regina del bello italiano, magnifica nelle sue architetture, stilla ricchezza culturale e spirituale da tutti i conci dei suoi monumenti. Dentro, in fondo a un lungo e spoglio corridoio, in uno spazio pulito e ordinato ma temporaneo, angusto ed antiestetico, è Centro islamico.
La sete di Ismaele di Paolo Dall'Oglio
Preghiera e missione
Supplicate dunque il Signore della messe che getti fuori operai per la sua messe (Luca 10, 2b). Non basta amare il Signore per essere suoi collaboratori. Posso amarlo e lavorare contro di lui.
L'ultima Parola di Silvano Fausti
Fede e camorra
Percorrendo le strade di Scampia si potrebbe pensare che la popolazione viva una diffusa religiosità. In ogni raggruppamento di palazzi - chiamati «lotti» per un’originaria definizione urbanistica, mai sostituita da una più degna toponomastica - si incontrano edicole sacre o sculture con tanto di tempietto sovrastante. La maggiore frequenza spetta alle statue di Padre Pio, seguite dall’immagine della Madonna dell’Arco e dalla statua raffigurante la Madonna di Fatima. Altra statua suggestiva è quella del Redentore, in un caso sovrastante altre piccole statue. Anche nei cortili, negli androni, nei pianerottoli, è un susseguirsi di immagini e di altarini, illuminati e sempre decorati con fiori.
Missione Scampia di Fabrizio Valletti
Esercizi di democrazia
Se è vero che la famiglia è la cellula della nostra società, le assemblee condominiali sono le palestre della democrazia. L’altra sera ho partecipato a un’assemblea condominiale. All’ordine del giorno vi erano solo due punti: migliorie al locale spazzatura, utilizzo e regolamentazione dello spazio comune (giardino).
Scusate il disagio di Giacomo Poretti
Prayer and mission
“Pray, therefore, the Lord of the harvest to send out laborers into His harvest” (Luke 10:2b).
It is not enough to love the Lord in order to be His collaborators. I may love Him and yet work against Him.
L'ultima Parola di Silvano Fausti
Cuxá
Ci sono piante che sorprendono. Perché sono entrate nelle tradizioni di innumerevoli popoli, sono state prodighe di sapori e odori, sono servite come cibo, come rimedio o unguento estetico, hanno attraversato continenti e culture. Il cuxá, o vinagreira, è la pianta le cui foglie si usano per la realizzazione della più popolare ricetta del Maranhão, uno Stato amazzonico del Brasile.
Sapori&Saperi di Anna Casella
<< < | ... | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | ... | > >> Pagina 48 di 50