Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Cerca in Pics
 
 
Antonella Di Girolamo

Antonella Di Girolamo, fotogiornalista residente a Roma, lavora da circa vent’anni nel mondo dell’editoria italiana e straniera. Insegnante di fotografia presso Upter (Università popolare di Roma), documenta numerosi aspetti della società italiana
in trasformazione. (openversus.photoshelter.com)

Gin Angri, comasco, ha iniziato l’attività di fotografo nel 1980 lavorando nel campo della fotografia pubblicitaria, industriale, di architettura. Dopo un decennio in Mozambico, dove si è dedicato alla formazione e alla realizzazione di iniziative culturali, negli anni Novanta si è impegnato in ex Jugoslavia, Somalia e ancora in Mozambico, dove ha documentato il processo di pacificazione. Al rientro in Italia svolge attività come freelance, privilegiando i temi sociali. (www.ginangri.it)

Dino Fracchia, milanese, fotografo professionista dal 1973, collabora con le maggiori testate italiane ed estere (www.dinofracchia.it). Le sue foto sono state esposte in numerose mostre personali e collettive. Dopo i primi reportage sul terremoto in Friuli e sul disastro di Seveso, si è occupato più volte di problemi sociali (dalla droga alle carceri minorili) e di tradizioni culturali. Ha documentato la nascita dei movimenti ecologisti e pacifisti in Europa, la guerra in Bosnia e le migrazioni dei profughi albanesi. Nel 2010 è stato tra i fondatori di BuenaVista photo, il primo archivio collettivo di fotografi freelance italiani, di cui fanno parte i tre autori delle immagini.

Stranieri nostrani
Sono diventati indispensabili in un settore chiave della produzione italiana: si tratta degli immigrati che lavorano nell’agroalimentare. Dai campi ai piccoli laboratori, fino alle industrie, sono qui ritratti da Gin Angri, Antonella Di Girolamo e Dino Fracchia, fotografi di BuenaVista photo
(agosto-settembre 2014)