Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Cerca in Pics
 
 
Nessuno spreco
Simbolo degli avanzi e delle disparità di ricchezza, in molti luoghi del Sud del mondo le discariche sono anche una fonte di cibo per i più poveri e i loro animali. Come raccontano le immagini di Omar Havana dalla Cambogia
(maggio 2014)
A poche decine di chilometri dalle rovine di Angkor, centro della civiltà khmer e una delle mete cult del turismo internazionale, la discarica di Anlong Pi racconta una storia diversa. Circa trecento persone sopravvivono alla miseria ricavando cibo e pochi oggetti di vita quotidiana dagli scarti della città di Siem Reap. Uomini, donne e bambini (i più fortunati hanno un paio di stivali, la maggior parte si muove scalza) setacciano l’immondizia tutto il giorno. Alcuni vivono anche la notte nella discarica che continua a espandersi. Immagine simbolo degli scarti della società dei consumi e della distribuzione iniqua dei beni, visibile in molte aree del Sud del mondo, anche la discarica cambogiana di Anlong Pi accoglie scarti alimentari che diventano pasti per i suoi «occupanti». Frutta, pesce, avanzi per gli animali che pascolano, i residui commestibili si mischiano a ogni genere di rifiuti, contribuendo all’inquinamento del terreno e dell’aria. Anche l’acqua dei pochi pozzi funzionanti è contaminata e molti si ammalano, perché la sua bollitura non basta per renderla potabile.
Paradossalmente oggi la discarica stessa sta diventando una curiosità per molti turisti. «Qui le parole acquistano un senso diverso – osserva l’operatore di una Ong che aiuta la gente del posto -. Un bambino ha definito la felicità il sole che sorge ogni mattina».
Omar Havana
Omar Havana (Madrid 1975, www.omarhavana.com) è un fotografo freelance spagnolo. Ha iniziato la sua carriera occupandosi soprattutto di fotografia di viaggio. Ma nel 2005 a Cuba ha testimoniato gli effetti dell’uragano Wilma che aveva colpito l’Avana e da allora ha continuato a dedicarsi a temi legati ai diritti umani e ai problemi sociali. Negli ultimi anni ha lavorato in Medio oriente e nel Sud-Est asiatico e dal 2012 risiede in Cambogia, dove ha realizzato un progetto, Silent victims, dedicato alle vittime delle mine antiuomo.
Collabora stabilmente con il sito di informazione bottup.com, con diverse testate spagnole e agenzie fotografiche europee. I suoi lavori sono stati pubblicati, tra gli altri, da Al Jazeera, AbcNews Australia, Los Angeles Times, The Guardian e New York Times.
2014. Pianeta cibo
Continua nel 2014 il viaggio per immagini dedicate al tema del cibo nelle sue mille declinazioni: fondamentale (e spesso carente) sostegno per la vita, occasione per promuovere o negare i diritti dei lavoratori e dell’ambiente, espressione di identità culturali, elemento di feste e riti. «Nutrire il Pianeta. Energia per la vita» è anche il tema dell’Esposizione Universale che si apre a Milano il 1º maggio 2015 e nella quale anche Popoli è coinvolta, attraverso la promozione
di alcuni eventi.

Si ringrazia per il contributo: Cisl Lombardia - In collaborazione con Altromercato

Tags
Aree tematiche
Aree geografiche