Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
Società - Povertà
Record trovati: 111
San Salvario, l'integrazione è nella borsa
Una vecchia iniziativa di solidarietà, che aiuta i più poveri attraverso la consegna periodica di una sporta con i beni di prima necessità, è diventata un tassello della politica di integrazione di uno dei quartieri più degradati di Torino, spesso alla ribalta delle cronache
Fascicolo: 
marzo 2006
Tag: 
Favelas : Credere per (soprav)vivere
Culti afro, cattolicesimo popolare e pentecostalismo protestante sono le tre forme di religiosità più diffuse nelle favelas brasiliane: seppure con storie e modalità diverse, tutte rappresentano un fattore capace di generare forti legami comunitari. Diventa così meno difficile sopportare (e a volte migliorare) condizioni di vita spesso disumane
Fascicolo: 
marzo 2006
Tag: 
Debito estero : Remissione o demagogia?
A fine dicembre il Fondo monetario internazionale ha cancellato il debito di 19 Paesi del Sud del mondo. Il provvedimento rappreseenta un primo passo verso una remisisone più ampia o è solo un'iniziativa parziale destinata a restare isolata? Quale impatto può avere la cancellazione su economie in via di sviluppo? Può rappresentare un passo decisivo nella lotta alla povertà o si tratta di un'operazione demagogica? Abbiamo rivolto queste domande a due economisti italiani che si sono occupati, a varie riprese, del problema
Fascicolo: 
marzo 2006
Tag: 
Un missionario da Nobel
Avviato a una brillante carriera forense, il padovano Umberto Pietrogrande nel 1956 lascia tutto per entrare nella Compagnia di Gesù e partire per il Brasile. Qui, nelle zone rurali, dà vita a istituti di formazione professionale per i figli dei cittadini poveri. Un'attività oggi diffusa in tutto il Paese e che, in Italia, ha raccolto l'attenzione degli organizzatori di un prestigioso premio, dedicato ai missionari
Fascicolo: 
febbraio 2006
Tag: 
Zimbabwe in ginocchio
Lo Zimbabwe, già colpito da una profonda crisi economica seguita a una controversa riforma agraria, è stato ulteriormente prostrato da un provvedimento che, per ripristinare l’ordine, ha distrutto migliaia di case abusive e ha impedito il commercio informale riducendo alla miseria migliaia di persone. Così, in poco più di cinque anni, il presidente Robert Mugabe è riuscito a trasformare una nazione benestante in uno Stato povero e dipendente dalla carità internazionale.
Fascicolo: 
novembre 2005
Tag: 
Sudafrica: la povertà raggiunge i bianchi
A dieci anni dalla fine del regime segregazionista, gli afrikaner, un tempo classe privilegiata, iniziano a risentire della perdita dei benefici dell'apartheid e molti di essi sono sprofondati in una condizione di miseria estrema non molto dissimile da quella delle fasce più basse della popolazione nera.
Fascicolo: 
novembre 2005
Tag: 
Brasile: quando il turismo fa male
Approffittando della domanda in continuo aumento, le reti criminali responsabili dello sfruttamento sessuale sono sempre più potenti e organizzate.
Fascicolo: 
giugno-luglio 2005
Tag: 
Turismo, risorsa del futuro
Fonte di ricchezza o causa di nuova ingiustizia? Il turismo - specie quello che ha come meta i Paesi in via di sviluppo - è un fenomeno complesso e controverso, ma dalle indubbie potenzialità. L'articolo aiuta a comprendere i vari aspetti del problema.
Fascicolo: 
maggio 2003
Tag: 
A Tegucigalpa il vescovo dell'unità
Oscar Andres Rodriguez, arcivescovo di Tegucigalpa dal 1993, è stato nominato cardinale nel gennaio 2001. Una chiave fondamentale della sua strategia pastorale è stato l'impegno per l'unità invocando sempre il perdono per sanare le ferite del passato. Rodriguez insiste anche sul fatto che i due principali ostacoli per uscire dalla povertà sono: il debito estero e la corruzione.
Fascicolo: 
mag 2001
Tag: 
Il Terzo Mondo smaschera le nostre ipocrisie
Il sottosviluppo è la forma più scandalosa del materialismo. E' negazione di Dio perchè calpesta Dio nell'uomo che ne è l'immagine vivente. E' materialismo il neoliberismo selvaggio, lasciato alla pura logica del profitto; pretendere di edificare il nuovo mondo sui processi spontanei di globalizzazione che, se non sono orientati, rendono più ricchi quelli che già lo sono e più poveri i poveri.
Fascicolo: 
mag 2001
Tag: 
<< < | ... | 11 | 12 | ... | > >> Pagina 11 di 12