Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
inculturazione
Record trovati: 41
Il segreto di Ricci
Solo il gesuita di Macerata riuscì in un’impresa che, vista dall’Europa, sembrava impossibile: adeguare la fede cristiana e le conoscenze occidentali alla cultura cinese. Ma perché Ricci ebbe successo dove molti avevano fallito?
Fascicolo: 
ottobre 2008
Tag: 
Latino e inculturazione: una voce dall'Amazzonia
Reintrodurre la messa in latino in Amazzonia? E evidente che questo non è il nostro problema. Il miglior servizio che possiamo offrire alla Chiesa universale è quello di far crescere una comunità partecipe e coinvolta nei problemi, con una precisa fisionomia locale
Fascicolo: 
ottobre 2007
Tag: 
La messa si fa africana
Fascicolo: 
marzo 2007
Tag: 
Imparare dalla Cina
Alla ricerca di una nuova relazione speciale. Come nell'epoca d'oro dei missionari del Seicento, i gesuiti pensano che il migliore incontro tra cristianesimo e mondo cinese passi attraverso il desiderio di apprendere. Un cambio di rotta rispetto alle lacerazioni che imperialismo occidentale e maoismo hanno causato
Fascicolo: 
gennaio 2007
Tag: 
Tutti i salmi finiscono in kora
In un convento benedettino vicino a Dakar si sperimentano diverse forme di contaminazione tra gli antichi canti gregoriani e gli strumenti musicali locali: kora, balafon e tamburi. Il risultato è sorprendente e il successo di alcune incisioni discografiche ne è la dimostrazione
Fascicolo: 
gennaio 2007
Tag: 
L'eredità discussa di Roberto De Nobili
Gli studiosi di missiologia lo acclamano come pioniere dell'inculturazione dei tempi moderni e Giovanni Paolo II lo ricorda, con Matteo Ricci, come modello di promozione della cultura evangelica in Asia. Tuttavia, secondo alcuni, il gesuita avrebbe introdotto il sistema delle caste nella Chiesa indiana. Ricordiamo questa figura importante e controversa a 350 anni dalla morte
Fascicolo: 
maggio 2006
Tag: 
Inculturazione, l'insegnamento di Padre Arrupe
L’eurocentrismo ha pervaso per secoli anche l’atteggiamento della Chiesa nei confronti dei popoli di altre culture. E’ con l’avvicinarsi del Concilio Vaticano II e con l’insegnamento di Padre Arrupe che si instaura un nuovo linguaggio e una nuova modalità di approccio alle altre culture.
Fascicolo: 
marzo 2005
Tag: 
Inculturazione : l'insegnamento di padre Arrupe
Il termine «inculturazione» è apparso abbastanza recentemente nel vocabolario teologico. Uno dei primissimi ad averlo utilizzato è stato negli anni '70 il padre Pedro Arrupe, Preposito Generale della Compagnia di Gesù dal 1965 al 1983. Il suo contributo nella comprensione della universalità e della perenne attualità di questa modalità di annuncio evangelico è stato di importanza fondamentale
Fascicolo: 
marzo 2005
Tag: 
Gesuiti in Alaska, l'inculturazione tra i ghiacci
L’impegno dei Gesuiti è quello di aiutare gli Eschimesi a diventare una Chiesa realmente indigena, a credere nel valore della propria cultura autoctona e ad articolare una spiritualità radicata in essa. I Gesuiti cercano anche di promuovere il dialogo interculturale.
Fascicolo: 
maggio 2003
Tag: 
Farsi indiani per annunciare Cristo
Tra le motivazioni che frenano l’evangelizzazione in India figura anche la scarsa comprensione della cultura e della spiritualità indiana. La Chiesa è considerata alla stregua di una potenza straniera. Per questi motivi, oggi, il tentativo della Chiesa è quello di “indianizzarsi”.
Fascicolo: 
novembre 1995
Tag: 
<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | ... | > >> Pagina 4 di 5