Home page
Webmagazine internazionale dei gesuiti
Cerca negli archivi
La rivista
 
 
 
Pubblicità
Iniziative
Siti amici
guerra civile
Record trovati: 98
Un gesuita amico di Al Qaeda? Paolo Dall'Oglio risponde alle accuse del governo siriano
Padre Paolo Dall’Oglio pagato da fantomatiche «entità» per sostenere i nemici della Siria, tra cui al-Qaeda. È l’ultima accusa che il regime di Bashar al-Assad ha rivolto al gesuita per trent’anni impegnato in Siria nel dialogo con l’islam ed espulso tre mesi fa dal Paese. In questa intervista concessa in esclusiva a Popoli.info, testata con cui Dall'Oglio collabora dal 2007, il gesuita risponde alle accuse.

Data: 
21 settembre 2012
Tag: 
Iracheni in Siria, due volte vittime
Un dramma nel dramma, quasi dimenticato: è quello dei profughi iracheni (perlopiù cristiani) scappati dal loro Paese per ritrovarsi ora nel mezzo di una nuova guerra. Sono più di mezzo milione e possono sperare solo nell'aiuto di poche Ong e sulla solidarietà dei siriani. Intanto, come racconta a Popoli.info il vescovo di Aleppo, domani in Siria a riaprono le scuole. Molte sono occupate dagli sfollati.

Data: 
14 settembre 2012
Tag: 
Siria, nuova aggressione alla comunità di Deir Mar Musa
La comunità monastica fondata da Paolo Dall’Oglio persevera nella propria missione di testimonianza e preghiera, anche dopo l’espulsione del suo fondatore. Ma nel caos del conflitto tra regime e ribelli, una nuova aggressione rende la situazione più incerta

Data: 
6 agosto 2012
Tag: 
Homs, un gesuita racconta
In una delle città più martoriate dal conflitto siriano, resiste una piccola comunità di gesuiti, che non senza difficoltà sono riusciti a comunicare con l'esterno. Ecco uno stralcio di una lettera che uno dei gesuiti ha inviato al proprio superiore.

Data: 
22 giugno 2012
Tag: 
Paolo Dall'Oglio lascia la Siria: «Sono avvilito, ma non meravigliato»
Il gesuita Paolo Dall’Oglio, fondatore della comunità monastica di Deir Mar Musa e collaboratore fisso di Popoli, lascia la Siria dopo oltre trent'anni. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente, per approfondirne i motivi e capire le prospettive future.

Data: 
12 giugno 2012
Tag: 
Anarchia Libia
A otto mesi dalla morte di Gheddafi, il Paese vive una fase di profonda instabilità. Il governo è debole, le milizie controllano il territorio, il traffico di migranti verso l’Europa è ripreso e il fondamentalismo islamico si sta diffondendo. Una fotografia della Libia alla vigilia delle elezioni.
Fascicolo: 
giugno-luglio 2012
Tag: 
Syria, an open letter to Kofi Annan

To His Excellency Mr. Kofi Annan, emeritus UN Secretary-General,
Peace and Good. With this public communication, I wish first of all to express my gratitude to you for having accepted this very delicate mission for the salvation of Syria and peace in the region. We catch hold of your initiative like shipwrecked of a raft!

Data: 
25/05/2012
Tag: 
Cecenia: Grozny e una rinascita che nasconde paura
Distrutta dai russi all’inizio degli anni Duemila, la capitale è stata ricostruita. Ma dietro il volto nuovo della metropoli, si nascondono i timori di una società non pacificata. Il ritratto di Giorgio Fornoni, reporter indipendente di guerra, pubblicato nella rubrica «Città d’autore» sul numero di aprile di Popoli.

Data: 
19 aprile 2012
Tag: 
Siria, lettera di Pasqua da Deir Mar Musa
"La festa di Pasqua ritorna dopo un anno di indescrivibili sofferenze". Si apre così la lettera diffusa dalla Comunità monastica di Deir Mar Musa, in Siria, fondata dal nostro collaboratore Paolo Dall'Oglio. Ecco il testo integrale, tradotto dall'arabo.

Data: 
6 aprile 2012
Tag: 
Il generale e Sarajevo: intervista a Jovan Divjak
Il 5 aprile 1992 iniziava il più lungo assedio militare della storia moderna. Abbiamo incontrato il generale che, nonostante le sue origini serbe, si schierò dalla parte dei cittadini di Sarajevo. Ecco i suoi ricordi di quei 44 mesi e la sua analisi (pessimistica) sulla Bosnia di oggi.

Data: 
2 aprile 2012
Tag: 
<< < | ... | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ... | > >> Pagina 7 di 10